Novità per i consumatori che si trovano a fare i conti con bollette di luce e gas sempre più salate. Le associazioni aderenti al Cncu ed Eni gas e luce, futura Plenitude, hanno siglato un accordo che prevede la rateizzazione senza anticipo, interessi e commissioni.Rateizzazione bollette: come funzionaLa legge di Bilancio 2022 ha stabilito che i fornitori di luce e gas prevedano per il cliente inadempiente un piano di pagamento dilazionato. La delibera Arera del 30 dicembre 2021 636/2021/R/com “Rafforzamento tutele – rateizzazione bollette per i clienti domestici di energia elettrica e gas naturale e relativo meccanismo di anticipo per i venditori” prevede la possibilità di rateizzare le fatture che vanno dal 1° gennaio al 30 aprile.Solo in caso di mancato pagamento delle fatture, emesse in questo arco temporale, le imprese inseriscono nella comunicazione di sollecito o di costituzione la possibilità di pagare a rate gli importi senza interessi. Le rate successive, non cumulabili, devono essere 10 e la prima rata deve avere un valore pari al 50% dell’importo totale oggetto del piano di rateizzazione, la restante metà è recuperato in rate successive.Leggi anche Caro bollette, Arera: primo trimestre +55% elettricità e +41,8% gasL’intesa tra Eni gas e luce e le associazioni consumatori: come funzionerà“Perché devo pagare il 50% in più? Perché mi viene chiesto subito oltre la metà di quanto pagavo prima?”, domanda in via retorica Alessandro Petruzzi, responsabile Energia di Federconsumatori. “Tra poco arriverà la seconda fatturazione del 2022, quella di marzo e aprile, se si sommano le due rateizzazioni o la rateizzazione con la fattura io soffoco lo stesso”.L’accordo tra le associazioni consumatori, aderenti al Cncu, ed Eni gas e luce prevede la rateizzazione da subito, dunque senza diventare morosi, senza anticipi, interessi e commissioni per cittadini e piccole e medie partite Iva. “Abbiamo inserito la possibilità di scegliere il numero di rate che si preferisce, non sono obbligatorie 10 rate”. Inoltre, “abbiamo rilevato la disponibilità dell’azienda di esaminare particolari esigenze riguardo le fatture di dicembre. Stiamo lavorando anche su quelle”.Un ulteriore aiuto per i poveri energeticiFederconsumatori, membro dell’Alleanza contro la povertà energetica, con le altre associazioni ha proposto la creazione di un sistema per fasce di reddito per permettere ai consumatori più in difficoltà di chiedere con maggiore semplicità la rateizzazione delle bollette. Come? Con il filo giallo, linea diretta che da anni unisce le associazioni e i fornitori per casi particolari come distacchi impropri, e che sarà usata anche per la questione rateizzazione.“Questo è il primo passo di un rapporto stretto per gestire questa fase emergenziale del caro prezzi”, rimarca Petruzzi. Il ruolo delle associazioni sarà crescente, anche nella gestione delle pratiche. Appuntamento tra un mese per monitorare l’andamento dell’iniziativa e verificarne la reale utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.