Federconsumatori Perugia aderisce alla manifestazione per denunciare la criticità della sanità nella nostra regione, oggi i cittadini non trovano più risposta ai bisogni più elementari di salute, come un ricovero ospedaliero, una prestazione ambulatoriale, la gestione di una disabilità o di una malattia cronica, tanto meno servizi adeguati per la prevenzione-

La necessità di far fronte a un’emergenza sanitaria di portata globale ha ridato centralità al ruolo fondamentale e insostituibile del pubblico,ha evidenziato l’essenzialità di garantire servizi pubblici universali come la sanità e la scuola,l’importanza di tracciare un confine che tuteli i beni comuni e li sottragga alle mire espansionistiche delle leggi di mercato.

Occorrono dunque case della salute e infermieri di comunità,nonché un rafforzamento della rete dei medici di base.c’è da disegnare un nuovo welfare universalistico di prossimità,puntando anche a una migliore integrazione dei servizi sanitari con quelli socio-assistenziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *