Federconsumatori invita AGCM e ENAC a indagare su intese restrittive che penalizzano i passeggeri.

Federconsumatori, a seguito di numerose denunce da parte degli utenti, ha inviato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e all’ENAC una segnalazione per le condotte scorrette e fortemente lesive dei diritti dei passeggeri messe in atto dalla compagnia Neos.

A causa delle limitazioni imposte ai fini del contenimento della pandemia da Covid-19, infatti, per poter fare ingresso in Cina, dallo scorso 11 Novembre è necessario imbarcarsi su un volo diretto. L’unica compagnia che effettua voli diretti per passeggeri dall’Italia (Malpensa) alla Cina (Nanchino) è Neos, che di fatto detiene il monopolio dei collegamenti con il paese.

Attualmente non si può viaggiare da e per la Cina per turismo, ma unicamente per lavoro o per motivi familiari. È evidente, quindi, che chi viaggia verso tale meta lo fa per necessità.

Tutti i voli sul sito della compagnia, però, risultano sold out: in tal modo i viaggiatori sono costretti a ricorrere ad agenzie, perlopiù cinesi, presso le quali è possibile acquistare i biglietti, ma a costi elevatissimi! Mediamente i biglietti riportano rincari di oltre il 50% rispetto al prezzo normalmente applicato. Il prezzo ammonta, infatti, a circa 3.890 Euro sul sito della compagnia, mentre raggiunge quota 5.600 Euro sui siti delle agenzie viaggi.

Si tratta, a nostro avviso, dell’ennesimo tentativo di lucrare sulla pandemia e sulla necessità di spostarsi di alcuni cittadini, costretti a farlo anche in condizioni così svantaggiose e complesse.

Quello che sta avendo luogo è un comportamento inaccettabile nei confronti dei passeggeri, indotti ad acquistare i biglietti con sovrapprezzi inauditi.

Abbiamo invitato l’AGCM e l’ENAC ad approfondire questa vicenda ed a sanzionare intese restrittive della concorrenza, finalizzate a trarre il massimo profitto da una situazione di emergenza.

Invitiamo i cittadini coinvolti a rivolgersi, per informazioni o assistenza, agli sportelli della Federconsumatori presenti su tutto il territorio o allo sportello SOS Turista, al numero 059.251108 o all’indirizzo mail info@sosvacanze.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *